Seminari di settembre 2018 PDF Print E-mail
There are no translations available.

alt

martedì 4 settembre 2018
DAVI KOPENAWA - LA CADUTA DEL CIELO
Campus Luigi Einaudi
SALA LAUREE BLU
15:00-18:00

Ne La caduta del cielo (Nottetempo, 2018), Davi Kopenawa ripercorre i sentieri del mito e del suo sapere di sciamano yanomami, e interroga la storia dell'incontro fra la sua comunità e i Bianchi.
Le sue parole, nate da un singolare "patto etnografico" costruito nel corso del tempo con Bruce Albert, co-autore del libro, sono la metafora e il sogno di un dialogo possibile, non più segnato solo dal desiderio di dominio e di rapina che ha contraddistinto sino ad oggi le società occidentali. Una speranza che ogni autentico sciamano (ogni autentico attore di cura) non cessa di inventare.

Scarica locandina in pdf
Iscrizione online


10 settembre 2018

HEALING LINES - Madness, prophecy and the inventionof writing in Africa - RAMON SARRÓ University of Oxford
Campus Luigi Einaudi
16h30 - 19h30
in aula D3

Dal 1992 Ramon Sarró ha svolto le sue ricerche sui movimenti profetici in Africa Occidentale (Guinea e Guinea Bissau) e Centrale (Congo e Angola). La sua attenzione si è rivolta in particolare alla diaspora congolese della Chiesa kimbanguista.
Attualmente sta realizzando due progetti sui sistemi religiosi africani (uno in Guinea Bissau e l'altro in Angola), interessandosi in particolare ad analizzare l''interfaccia tra profezia, arte e l'"invenzione della scrittura" in Africa.

Scarica locandina in pdf
Iscrizione online

 

11 settembre 2018
Ciò che resta del sapere psichiatrico
Campus Luigi Einaudi - Aula A4
dalle 10 alle 19:30

Era il 1969 e Franco Basaglia aveva già cominciato la battaglia per la chiusura dei manicomi. "Morire di classe", il reportage realizzato da Gianni Berengo Gardin insieme a Carla Cerati, diede un contributo fondamentale alla costruzione del movimento d'opinione che avrebbe portato, nel 1978, all'approvazione della legge 180/78. Scatti che, a 40 anni di distanza, insieme a quelli di Mauro Vallinotto tra Grugliasco, Collegno e Villa Mainero, di Uliano Lucas tra Trieste, Milano e Reggio Emilia ... e numero altri mantengono immutata la loro carica di indignazione e ci invitano a non chiudere, mai, gli occhi.
Vogliamo fortemente dedicare un momento di riflessione collettiva intorno alla recente storia della psichiatria italiana: al rapporto di questa col territorio e con la società civile, perché se tutto quanto di eccezionale è accaduto in Italia quarant'anni fa, fu in buona parte grazie al solido legame sociale che si era tessuto tra il "dentro manicomiale" e il "fuori normale" (nella rottura delle dicotomie, in prima istanza, e nel loro perpetuo mescolamento).

In questo nostro mondo sempre più lacerato da separazioni e distinzioni identitarie - in cui gli immigrati hanno oggi preso il posto degli Altri - urge una riflessione sulla costruzione dell'alterità assoluta, radicale e sulle conseguenze sociali e materiali, morali e spirituali che si sono abbattute (e ancora si abbattono) su coloro che hanno subito la violenza istituzionale perché "Altri".

Scarica locandina in pdf
Iscrizione online