Banner
Ttip, la posizione negoziale segreta americana svelata da Greenpeace PDF Stampa E-mail

alt

Pochi conoscono il significato di questo acronimo (TTIP, Transatlantic Trade and Investment Partnership), e certo ancora meno numerosi sono coloro che sanno come, al di là delle retoriche relative alla protezione dell'ambiente, gli interessi di potenti lobbies stanno trasformando a proprio vantaggio le norme relative a produzione, distribuzione e consumo degli alimenti.
Che in ragione di invisibili e dubbi benefici invocati spesso da taluni politici (benefici occupazionali, in primo luogo) si continui ad aggredire l'ambiente con impianti nocivi e scelte discutibili, è fatto ben noto che ha visto spesso anche il nostro territorio nazionale pagare un prezzo altissimo in termini di inquinamento e di incremento di talune patologie. Che le nuove norme relative agli accordi fra USA ed Europa (TTIP) vengano fatte passare come innocue per ciò che riguarda la salute dei consumatori e il loro diritto ad un'informazione sui prodotti alimentari e i rischi derivanti dal loro consumo, è però un'ipocrisia intollerabile da combattere con ogni mezzo. In fondo, sono le stesse nozioni di rischio e di danno che il neoliberalismo incessantemente erode nel loro significato elementare rendendone spesso opaca la percezione. Urgente dunque accedere all'informazione sui contenuti del trattato e le sue implicazioni: nella consapevolezza di quanto il linguaggio utilizzato in politica ed economia, i loro acronimi, non siano meri atti comunicativi ma strategie che partecipano alla costruzione dell'ordine sociale e, come ricordano Bauman e Briggs, alla riproduzione delle disuguaglianze.

Chi si occupa di diritto alla salute e di produzione sociale della sofferenza, è naturalmente interessato a comprendere da vicino questi processi i loro effetti
Riceviamo e volentieri pubblichiamo pertanto qui di seguito un link inviatoci dalla rete "Sostenibilità e salute" (http://www.sostenibilitaesalute.org/) relativo al documento TTIP dello scorso marzo:

http://www.eunews.it/2016/05/01/ttip-la-posizione-negoziale-segreta-americana-svelata-da-greenpeace/57360#

 
Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
  • Ttip, la posizione negoziale segreta americana svelata da Greenpeace

    Ttip, la posizione negoziale segreta americana svelata da Greenpeace

    Pochi conoscono il significato di questo acronimo (TTIP, Transatlantic Trade and Investment Partnership), e certo ancora meno numerosi sono coloro che sanno come, al di là delle retoriche relative alla protezione dell'ambiente, gli interessi di potenti lobbies stanno trasformando a proprio vantaggio le norme relative a produzione, distribuzione e consumo…

    Read more...

  • Le donne italoafricane, il corpo (nero) e lo sguardo a partire dal quale ci si riconosce - Riflessioni a caldo

    Le donne italoafricane, il corpo (nero) e lo sguardo a partire dal quale ci si riconosce - Riflessioni a caldo

    L'occasione mancata di Igiaba ScegoLe donne italoafricane, il corpo (nero) e lo sguardo a partire dal quale ci si riconosce Partiamo arbitrariamente da un punto preciso della storia degli Stati Uniti d'America: è di circa due secoli l'intervallo che mi interessa ripercorrere rapidamente e che intercorre tra due artiste afroamericane…

    Read more...

  • Quanto ci riguarda "la feccia"?

    Quanto ci riguarda

    Note etnopsichiatriche sulla cultura e sui suoi sembiantidi Simona Taliani Abbiamo atteso qualche giorno, subito dopo Parigi, nel tentativo di pensare a quanto ciò che era accaduto ci riguardasse da vicino. Gli eventi ci hanno incalzato. In Nigeria, in Iraq e ora di nuovo in Mali, nella tranquilla Bamako, e…

    Read more...

  • Due parole su uno sgombero in una città possibile

    Due parole su uno sgombero in una città possibile

    La caserma La Marmora, in Via Asti, è ricordata dagli anziani come un luogo di violenze e urla: quelle dei partigiani torturati dalla Guardia Nazionale Repubblicana, istituita da Mussolini nel '43.In quella caserma sono passati negli scorsi anni i rifugiati del Corno d'Africa, sgomberati dall'ex clinica San Paolo nel 2009…

    Read more...

  • A Italo

     A Italo

    Cari amici del Naga ho conosciuto Italo Siena molti anni fa, quando ancora in pochi, in Italia, avevano compreso la posta in gioco politica ed etica del diritto alla salute degli immigrati. L'ho incontrato diverse volte, e in qualche occasione ho avuto la possibilità di dialogare e collaborare con lui.…

    Read more...